01 Ottobre 2020
news
percorso: Home > news > Livorno

In memoria di Alfredo Sisi

26-07-2013 10:15 - Livorno
Il 1° giugno scorso si è spento serenamente, all´età di 89 anni appena compiuti, il nostro socio, amico e collaboratore Alfredo SISI.
La sua scomparsa ha avuto una vasta eco cittadina per quanto Alfredo aveva fatto in tutta la sua vita nell´ambito sportivo, prima come giocatore di base-ball poi come dirigente della locale Federazione, tanto da meritare la "Stella d´Argento" del CONI al merito sportivo e, più recentemente, la massima onorificenza quale la "Stella d´Oro".
Socio UNVS dal 1975 aveva ricevuto dalla nostra Unione i massimi riconoscimenti per la sua dedizione e collaborazione alla Sezione di Livorno nella quale ha ricoperto per anni, fino alla sua dipartita, la carica di Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti.
Non intendiamo enumerare qui suoi meriti sportivi in quanto già fatto dalla stampa cittadina, quello che ci è più caro è il ricordo della persona, in possesso di una cultura, un´educazione, una disponibilità per tutto e verso tutti, raramente riscontrabile in altri. La sua discrezionalità era scambiata erroneamente per timidezza, ma non era così, perché Alfredo aveva anche una forte tempra ed una volitività non indifferente, solo che non la faceva pesare a chi gli stava vicino. Maestro di tatto e di tratto.
Tante altre considerazioni positive si potrebbero fare del caro Alfredo ma riteniamo che la più esemplificativa della sua personalità sia quella che possiamo rilevare dalla lettera delle sue ultime volontà, che volentieri rendiamo pubblica in quanto autorizzati dalla famiglia. Questo documento, che abbiamo salvato nei nostri archivi per rileggerlo e rinverdire la memoria di Alfredo, rappresento in tutto e per tutto la grandezza e lo stile di vita dell´uomo che, come era vissuto ha voluto morire.
""Livorno, 6 ottobre 2006
Dato che, in rapporto all´età, le mie facoltà di intendere e di volere sono attualmente ancora abbastanza soddisfacenti, credo opportuno di esprimere alcune considerazioni e desideri per quando (non ho alcuna fretta perché in questa "valle di lacrime" ci piango molto volentieri) sarà giunta la mia ora, affinché chi dovrà risolvere i problemini che si presentano a chi rimane dopo la dipartita di un familiare, sappia come la penso al riguardo.
Nel corso della mia vita ho sempre cercato la "Fede" ma (forse non ci avrò messo sufficiente impegno) non sono riuscito a trovarla. Sono un non credente al 90% con un margine di un 10% di dubbi.
Sono stato battezzato, ho fatto Cresima e Comunione, mi sono sposato in chiesa ma non sono mai riuscito a credere in Dio. Ho sempre comunque cercato di mettere in pratica quelle due regolette cristiane che mi sono rimaste in mente sin dalla fanciullezza: "Ama il prossimo tuo come te stesso" e "Non fare agli altri quel che non vorreste fosse fatto a te".
Dico questo per far capire che non sono un nemico della religione e quindi, forse per motivi sentimentali o di rispetto per le tradizioni (la fantasia a volte vince sulla razionalità) non ho niente in contrario, quando il mio cuore avrà cessato di battere, a ricevere un ultimo saluto in una Chiesa purché sia una cosa semplice e breve.
Per quanto riguarda la vestizione gradirei quale ultimo abito una delle mie tute sportive e vorrei essere alloggiato in una cassa molto modesta, possibilmente di legno grezzo e mettiamoci pure sul coperchio una piccola croce, non di metallo ma fatta con due semplici stanghette di legno più scuro.
Ho riflettuto a lungo se scegliere cremazione o inumazione. Per molti anni mi sono orientato verso la prima, poi avevo scelto la seconda cioè il riposo nella madre terra, ma ultimamente sono tornato sulla precedente e stamani mi sono iscritto alla Società per la Cremazione (con relative dichiarazioni testamentarie che troverete in copia in questa busta) sia per il trattamento della salma evitando la maleodorante decomposizione e affidandomi alla potente pulizia del fuoco, sia per la disposizione delle ceneri in mare o nell´aria evitando la tristezza di una tomba con la lapide. Chi vorrà ricordare potrà farlo guardando le onde del nostro bel mare o le nubi che viaggiano libere nel cielo.
E poi, possibilmente, non fiori ma opere di bene, come si dice con frase fatta.
Per l´eredità patrimoniale non dovrebbero esserci problemi perché, a parte la modesta casa, non ci sono ad oggi sostanze di rilievo. Fate come prevede la legge e affidatevi al buon senso.
Questi miei desideri, comunque se dovessero sorgere difficoltà, fate come meglio credete.
Un caro pensiero a tutti coloro ai quali ho voluto bene e che mi hanno voluto bene.
E così sua.
Alfredo""

Alla famiglia rivolgano le più sentite condoglianze di tutti i Veterani dello Sport di Livorno e nazionali.
Ciao Alfredo, ti ricorderemo sempre con grande affetto.
Gianfranco Abati

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account